I NOSTRI PRODOTTI COMPRENDONO:

•  etichette IN rotolo e nastri ttr: per stampanti print apply a trasferimento termico (anche in formati standard).
•  etichette in fogli: per stampanti laser, ink jet e fotocopiatrici.
•  etichette in fan – fold: (con banda continua piegata a soffietto con perforazioni laterali) per stampanti ad aghi.
•  etichette anticontraffazione – antieffrazione – olografiche – antiviolo -“wipe-out” e void: sigilli wipe out e sistemi di sicurezza speciali.
•  etichette ticket – baggage: manuali, con codice a barre opzionale e in carta termica per il check-in.

Le etichette possono essere prestampate e completate manualmente al check-in oppure possono essere stampate con sistemi DCS (departure control system) direttamente al check-in il quale attribuisce i codici a barre per la riconciliazione passeggero-bagaglio.

logistica-rifa

ETICHETTE IN ROTOLO E NASTRI TTR

Il nastro per il trasferimento termico o Thermal Transfer Ribbon è formato da un supporto in poliestere (liner) dello spessore di alcuni micron (da 4,5 a 5,7). Su un lato del liner viene eseguito un trattamento di protezione definito “back coating”, mentre sul lato opposto viene effettuata una pigmentazione che consiste nel depositare un velo di inchiostro a secco.

Larghezza: il nastro è disponibile in rotoli di varia larghezza o altezza, che deve essere almeno pari alla dimensione dell’area di stampa.
Lunghezza: il nastro è disponibile in rotoli di varie lunghezze. Ogni stampante supporta rotoli con una specifica lunghezza massima.
Inchiostrazione: può essere interna o esterna, rispetto al senso di avvolgimento del nastro, in funzione della stampante.
Colore: il pigmento nero è quello più utilizzato. Esistono comunque molte altre colorazioni (bianco, blu, rosso, verde, oro, argento, ecc…).
Anima: il nastro è avvolto in un’anima di cartone. Per facilitare il bloccaggio sul porta-rotoli alcune anime hanno anche delle tacche al loro interno.

Il nastro deve rispondere alle esigenze di ogni specifica applicazione: le informazioni indispensabili per identificare il tipo di nastro adeguato alle necessità d’uso sono:
1) marca e modello della stampante
2) tipo di materiale da stampare
3) stress (chimici o fisici) ai quali sarà sottoposta l’etichetta.

Ogni nastro ha una specifica temperatura di lavoro definita “melt Temperature”. Un “base cera” idonea alla stampa su carta, richiede una temperatura della testina di 60/70 °C.
Un “base cera/resina” antigraffio, almeno 80 °C.
Un “base resina”, per una stampa indelebile, necessita di elevare la temperatura oltre i 100 °C.
La temperatura elevata abbrevia la durata della testina di stampa.

rifa-logistica

TIPOLOGIE DI STAMPA

Stampa Flessografica
Stampa a contatto diretto con il materiale. Viene scelta per la stampa su superfici lisce (carta e film) non adatta per superfici irregolari (carte naturali o vergate).
Può essere utilizzata come linea di finitura (vernice) con stampa completa o a settori.
La stampa flessografica può essere utilizzata per la stampa diretta sull’adesivo.

Stampa Tipografica
Stampa a contatto diretto con il materiale. Viene scelta per la stampa su superfici lisce (carta e film) ma su superfici irregolari dà scarsi risultati.
La stampa tipografica può essere utilizzata per la stampa diretta sull’adesivo.

Con tutti i sistemi di stampa è possibile inserire il rilievo a secco, la stampa a caldo in oro, argento e altri colori metallizzati e dati variabili

 Scarica il catalogo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi